La Linea guida ufficiale alla Direttiva Macchine emessa dalla Comunità Europea è in fase di aggiornamento. La proposta di revisione (nov. 16), contiene importanti precisazioni su argomenti già da tempo affrontati da NEMOTEC SRL nei propri corsi di formazione e nella normale attività di consulenza.

La linea guida alla Direttive Macchine è un documento emesso dalla stessa Comunità Europea ed è considerata, lo ricordiamo, il riferimento principale all’interpretazione dei Requisiti Essenziali di Sicurezza e Salute  della Direttiva Stessa.
La nuova proposta di revisione, attualmente datata Novembre 2016, contiene numerose modifiche, alcune delle quali molto importanti, finalizzate a mettere chiarezza su aspetti critici spesso ricorrenti nella gestione della sicurezza di impianti e macchine industriali.

Fin da subito poniamo l’attenzione su uno degli argomenti più spinosi, ossia le modifiche alle macchine esistenti: i clienti di NEMOTEC SRL ed in generale i partecipanti ai nostri seminari e corsi di formazione, sanno che fin dal 2009 la nostra società ha promosso un approccio sistematico alla valutazione delle modifiche delle macchine esistenti, attività finalizzata a stabilire se gli interventi di modifica davvero abbiano impatto sostanziale sulla sicurezza e quindi sulle certificazioni CE già esistenti.
Il nostro approccio fino ad ora è stato legalmente fondato su un cosiddetto “announcement” (“parere”), emesso dal Ministero del Lavoro Tedesco (IIIc 3 – 39607-3), con varie discussioni in merito alla sua valenza nel territorio Italiano:  questo approccio viene finalmente confermato e inserito nella nuova Linea Guida, di fatto rendendolo “riconosciuto” a livello Europeo.

Altre importanti precisazioni e modifiche riguardano molti altri argomenti, spesso fonte di discussione: in particolare ci sono chiarimenti sul concetto di certificazione di un insieme di macchine (linea complessa), stabilendo in modo più chiaro quando questo debba essere soggetto ad unica marcatura CE, e quando invece si possa lasciare che singole macchine (magari installate in prossimità, anche con scambio di alcuni segnali funzionali) possano mantenere la loro propria e singola marcatura; ci sono modifiche circa la definizione di  messa in servizio di una macchina/linea il cui assemblaggio finale avviene direttamente “in casa” del Cliente; precisazioni e chiarimenti su molte altre definizioni e procedure di certificazioni per alcuni tipi di macchine e dispostivi (di sicurezza).

Dopo averlo difeso in varie sedi (a volte con fatica), vedere confermato il nostro approccio (fondato sullo studio interpretativo di documenti spesso solo “ufficiosi” e sul “buon senso”) è sinceramente motivo di orgoglio.

Per il link alla nuova linea guida europea si rimanda alla pagina contatti, facendo la richiesta con oggetto: linea guida DM.

Riccardo Federigi
Direttore Tecnico – NEMOTEC SRL